fbpx
skip to Main Content
Emergenza Covid-19, Diabete Romagna Lancia Il Messaggio: State A Casa E Accendete Il Cuore

Emergenza Covid-19, Diabete Romagna lancia il messaggio: state a casa e accendete il cuore

Le persone con diabete sono tra quelle a maggior rischio negli scenari di emergenza di questi giorni, per questo l’associazione Diabete Romagna lancia un messaggio forte, ma propositivo, a tutta la popolazione: “State a casa e accendete il cuore!”. In questi giorni di preoccupazione e in cui la responsabilità delle scelte di ognuno ricade in maniera così lampante e inequivocabile sull’altro l’associazione Diabete Romagna ha articolato tutta una serie di iniziative per proteggere in maniera ancora più forte quei pazienti di cui si prende cura tutti i giorni di tutto l’anno.

Una persona con diabete è un malato cronico e questa fragilità lo espone in maniera molto importante a tutti quei rischi di carattere sanitario che tutti tanto temiamo. La cosa è stata messa in evidenza anche nel video recentemente messo online dal Ministero della Salute. “Per noi una persona con diabete non è una “categoria a rischio”, ma una persona con una sua storia di forza e coraggio, ma anche di sofferenza e di fatica, che proprio da quei rischi vogliamo e ci sentiamo in dovere di proteggere. E come sempre siamo soliti fare quando ci troviamo di fronte ad un’emergenza, scenari che noi persone con diabete conosciamo bene, cerchiamo di trovare tutti gli strumenti razionali e propositivi per affrontarla. Ed è forse il nostro sentire che la nostra vita dipende così tanto in tutto dalle nostre scelte, che devono sempre tenere conto del diabete, ciò che ci dà anche la spinta ad essere così attenti all’altro che abbiamo di fronte e alle sue vulnerabilità. Perché quelle vulnerabilità le conosciamo così da vicino e non vogliamo dare loro modo di sconfiggerci.”. Pierre Cignani, presidente Diabete Romagna.

La prima scelta dell’associazione è stata quella di riconvertire già da due settimane i servizi dei dipendenti front office presenti nelle diabetologie degli ospedali di Forlì, Cesena, Cesenatico e Rimini in “smart work”. La scelta è nata dalla volontà di tutelare da subito il gran numero di pazienti che frequentano il reparto, seguendo le indicazioni AUSL Romagna di limitare gli accessi nei reparti da parte di personale esterno, tenendo il contatto con i pazienti tramite il numero di telefono associativo: 388 161 3262. Da ieri, con riferimento al nuovo DPCM 8 marzo 2020 e Indicazioni AUSL Romagna con misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus, l’Associazione Diabete Romagna e Diabetes Marathon ASD hanno optato per il contenimento di tutte le attività e i servizi erogati, sia nelle provincie dichiarate in “zona rossa” e preventivamente in tutte le altre province in cui l’Associazione Diabete Romagna e Diabetes Marathon ASD, distinzione che con le nuove disposizioni del governo già oggi cessa di esistere.

Nelle prossime settimane i professionisti di Diabete Romagna e Diabetes Marathon, psicologi, dietisti, podologi, insegnanti di attività motorie e il medico diabetologo responsabile del progetto di assistenza medica domiciliare non lasceranno i loro pazienti soli di fronte a questa emergenza, ma saranno con loro “da casa” con una modalità diversa dal solito, innovativa, ma in questo momento, necessaria. Verranno realizzati dei piccoli video da parte dei professionisti con strumenti utili per loro e per i loro famigliari. Semplici consigli su come fare ginnastica adattata alla patologia da casa, e ricreare una palestra domestica con l’utilizzo di sedie e di qualche bottiglia d’acqua, indicazioni alimentari sui cibi che rafforzano il sistema immunitario da parte dei dietisti, consigli da parte dei nostri psicologi su come gestire le ansie, le paure, le limitazioni e il tempo a nostra disposizione a casa. Diabete Romagna lancia anche a tutti il messaggio “State a casa e accendete il cuore”, chiunque potrà mandare ai contatti dell’associazione piccole frasi, testi, foto, video, da poter condividere sui canali dell’associazione per raccontare il proprio vissuto di questi giorni, dimostrando di stare a casa e di attenersi alle indicazioni del Ministero della Salute, e lanciando messaggi di speranza e sostegno a chi sta vivendo con sofferenza e preoccupazione questi giorni.

Vogliamo fare appello alla responsabilità e al cuore di tutti in questi giorni strategici per contenere e invitare il territorio a ripensare il proprio quotidiano, come stiamo cercando di fare noi. Tutti noi abbiamo bisogno di sostenere il sistema sanitario in questo momento e tutto quello che può essere fatto per il bene della collettività, non solo dei più fragili, va fatto senza esitazioni. Siamo certi che i nostri sostenitori che ci dimostrano sempre tanto affetto e generosità anche questa volta non saranno da meno e come consigliato troveranno tutti gli strumenti per esserci vicini anche in questo nuovo scenario.” William Palamara, presidente Diabetes Marathon.

Back To Top